Ti trovi in:

Home » Comune » Atti e documenti » Piani e progetti » Psr 2014-2020

Menu di navigazione

Comune

Psr 2014-2020

Immagine decorativa

Progetti co-finanziati dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale.

Per maggiori informazioni sulle opportunità di finanziamento, visita il sito del PSR e della Commissione europea dedicato al FEASR

ll Comune di Altavalle è beneficiario del Programma di Sviluppo Rurale, ovvero lo strumento del Fondo Europeo Agricolo (FEASR) attraverso il quale la Provincia Autonoma di Trento realizzerà dal 2014 al 2020 interventi che orientano lo sviluppo della Trentino secondo le finalità delle politiche comunitarie e dei fabbisogni del contesto territoriale.

I progetti co-finanziati dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale del Comune di Altavalle sono i seguenti:

 

Misura PSR/Focus Area Progetto Obiettivi Finanziamento
Operazione 4.3.2 – Viabilità forestale –Focus Area 2A Migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l’ammodernamento, in particolare per aumentare la quota di mercato e l’orientamento al mercato nonché la diversificazione dell’attività Lavori di sistemazione e adeguamento strada forestale in loc. “La Lot” in C.C. Grauno. L’intervento previsto contribuisce a raggiungere gli obiettivi previsti di " adeguamento della viabilità forestale esistente e classificata, che porti ad un significativo miglioramento dell’intera strada sia in termini di sicurezza del transito che di tempi di percorrenza dei mezzi La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 30.202,00, di cui Euro 21.141,40 finanziati grazie all'operazione 4.3.2 del PSR (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 9.086,57; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 8.438,38; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 3.615,45).
Operazione 4.3.2 – Viabilità forestale –Focus Area 2A Migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l’ammodernamento, in particolare per aumentare la quota di mercato e l’orientamento al mercato nonché la diversificazione dell’attività. Lavori di sistemazione e adeguamento della strada forestale in loc. “La Scoffa” in C.C. Grumes. L’intervento previsto contribuisce a raggiungere gli obiettivi previsti di " adeguamento della viabilità forestale esistente e classificata, che porti ad un significativo miglioramento dell’intera strada sia in termini di sicurezza del transito che di tempi di percorrenza dei mezzi La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 19.763,00, di cui Euro 13.834,10 finanziati grazie all'operazione 4.3.2 del PSR (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 5.945,90; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 5.521,74; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 2.366,46).

 

4.4.2 -Realizzazione di
recinzioni tradizionali in legno,
risanamento conservativo di
recinzioni in pietra, interventi di
prevenzione dei danni da lupo e
da orso. Focus 4A. 

Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità inclusi i siti
di Natura 2000, l’agricoltura ad alto valore naturale e la conformazione
paesaggistica europea.

Realizzazione recinzioni tradizionali strada forestale Mulino Cristofori in C.C. Grauno L'intervento previsto ha lo scopo di salvaguardare il paesaggio e dare protezione all'area forestale loc. Mulino Cristofori. La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 10.850,00, di cui Euro 7.595,00 finanziati grazie all'operazione 4.4.2 del PSR (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 3.264,33; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 3.031,47; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 1.299,20).

8.5.1 - Interventi
selvicolturali di miglioramento
strutturale e compositivo non
remunerativi. Focus 4A. 

Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità inclusi i siti
di Natura 2000, l’agricoltura ad alto valore naturale e la conformazione
paesaggistica europea.

Interventi selviculturali non remunerativi varie località C.C. Altavalle Lo scopo dell'intervento è quello di salvaguardare e migliorare la biodiversità degli abitat locali. La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 41.440,00, di cui Euro 41.440,00 finanziati grazie all'operazione 8.5.1 del PSR (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 17.810,91; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 16.540,36; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 7.088,73).

4.4.2 -Realizzazione di
recinzioni tradizionali in legno,
risanamento conservativo di
recinzioni in pietra, interventi di
prevenzione dei danni da lupo e
da orso. Focus 4A. 

Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità inclusi i siti
di Natura 2000, l’agricoltura ad alto valore naturale e la conformazione
paesaggistica europea.

Realizzazione recinzioni tradizionali in legno a servizio dell'area ad uso turistico ricreativo in loc. Noval C.C. Valda L'intervento previsto ha lo scopo di salvaguardare il paesaggio e dare protezione all'area forestale loc. Noval C.C. Valda. La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 16.464,00, di cui Euro 4.747,63 finanziati grazie all'operazione 4.4.2 del PSR (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 2.040,53; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 1.894,97; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 812,13).

8.5.1 - Interventi
selvicolturali di miglioramento
strutturale e compositivo non
remunerativi. Focus 4A. 

Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità inclusi i siti
di Natura 2000, l’agricoltura ad alto valore naturale e la conformazione
paesaggistica europea.

Interventi selvicolturali non remunerativi - interventi di diradamento a Faver, Valda, Grumes e Grauno. Lo scopo dell'intervento è quello di salvaguardare e migliorare la biodiversità degli abitat locali. La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 28.376,00, di cui Euro 28.376,00 finanziati grazie all'operazione 8.5.1 del PSR (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 12.196,00; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 11.326,00; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 4.854,00).

 

       

Operazione 4.4.3

Focus Area 4A

  • Favorire il recupero degli habitat e della connettività ecologica (soprattutto a fondo valle, habitat Rete Natura 2000, di specie delle Direttive Habitat e Uccelli).
  • Contrastare la perdita degli habitat agricoli ad alto valore naturalistico e la diffusione delle specie alloctone invasive.

Realizzazione di investimenti non produttivi per la connettività ecologica e il recupero di habitat Natura 2000 e agricoli a valore naturalistico. Intervento a favore di specie della Direttiva Habitat:

  • Chirotteri (species plurimae)
  • Ululone dal ventre giallo (Bombina variegata)
  • Intervento di messa in sicurezza di un elettrodotto

Il progetto ha l’obiettivo di attuare azioni di conservazione attiva di specie faunistiche della direttiva habitat sia attraverso la creazione di siti rifugio e siti di riproduzione per alcuni animali (chirotteri e ululone dal ventre giallo), sia attraverso la riduzione di possibili cause di mortalità (attraverso la messa in sicurezza di un elettrodotto rilevato mortale per alcuni rapaci tra cui il gufo reale)

 

La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è stata di euro 19.257,12 finanziati interamente dall’operazione 4.4.3 del PSR (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 8.276,71; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 7.686,29; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 3.294,12).

Operazione 4.4.3

Focus Area 4A

  • Favorire il recupero degli habitat e della connettività ecologica (soprattutto a fondo valle, habitat Rete Natura 2000, di specie delle Direttive Habitat e Uccelli).
  • Contrastare la perdita degli habitat agricoli ad alto valore naturalistico e la diffusione delle specie alloctone invasive.
Realizzazione di investimenti non produttivi per la connettività ecologica e il recupero di habitat Natura 2000 e agricoli a valore naturalistico. Intervento di recupero della torbiera Z.S.C. IT3120047 Paluda La Lot L’intervento mira a ripristinare gli habitat che caratterizzano il sito e che allo stato attuale sono in netto e rapido declino. Si prevede un intervento una tantum di sfalcio e taglio della vegetazione arboreo-arbustiva, seguito da un’adeguata manutenzione negli anni successivi e la creazione di piccole zone di accumulo di acqua può contribuire a “ringiovanire” la torbiera ed a ospitare popolazioni di anfibi.

La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 20.572,05 finanziati grazie all’operazione 4.4.3 del PSR per euro 17.787,81

(il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 7.645,20; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 7.099,83; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 3.042,78) e per il rimanente con fondi propri dell’amministrazione comunale.

Operazione 7.5.1

Focus Area 6A

  • Realizzazione, miglioramento ed ampliamento di infrastrutture ricreative e di interesse turistico di piccola scala
  • Favorire la diversificazione dell’uso turistico delle aree protette, attenuando i possibili danni agli habitat
  • Canalizzare l’offerta turistica, attraverso un’attività di informazione più efficace sul comportamento e sui valori ambientali

 

Realizzazione di materiale divulgativo (guida della Rete) e implementazione della App Outdooractive per la promozione e valorizzazione degli aspetti naturalistici del territorio Il progetto prevede la realizzazione di diversi strumenti atti a comunicare il valore degli ambienti della Rete delle Riserve Alta Val di Cembra-Avisio in particolare quelli ascrivibili alla rete NATURA 2000. In particolare si provvederà alla realizzazione di una guida cartacea della Rete di Riserve e all’implementazione di una App per la fruizione del territorio. La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 22.450,00 finanziati grazie all’operazione 7.5.1 del PSR per euro 20.205,00 (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 8.684,11; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 8.064,62; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 3.456,27) e per il rimanente con fondi propri dell’amministrazione comunale.

Operazione 16.5.1

Focus Area 4A

  • Pianificare interventi territoriali su vaste aree di interesse ecologico
  • Incentivare progetti territoriali collettivi o di comunità per sostenere lo sviluppo socioeconomico e di valorizzazione del turismo ambientale
  • Promuovere forme di gestione dei terreni agricoli o degli habitat funzionali alla qualità della vita della fauna selvatica
Realizzazione di un progetto collettivo con finalità ambientale per il recupero delle aree aperte nel territorio della Rete di Riserve Alta Val di Cembra-Avisio Il progetto prevede una fase di confronto con il territorio della Rete di Riserve Alta Val di Cembra-Avisio finalizzato alla costruzione di un progetto collettivo che abbia come finalità il recupero delle aree aperte (prati, castagneti e lariceti) attorno ai centri abitati, sia di proprietà pubblica che privata. La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 20.000 finanziati grazie all’operazione 16.5.1 del PSR per euro 18.000,00 (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 7.736,40; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 7.184,52; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 3.079,08) e per il rimanente con fondi propri dell’amministrazione comunale.

Operazione 16.5.1

Focus Area 4A

  • Pianificare interventi territoriali su vaste aree di interesse ecologico
  • Incentivare progetti territoriali collettivi o di comunità per sostenere lo sviluppo socioeconomico e di valorizzazione del turismo ambientale
  • Promuovere forme di gestione dei terreni agricoli o degli habitat funzionali alla qualità della vita della fauna selvatica
Realizzazione di un progetto collettivo con finalità ambientale per la conservazione dei tetraonidi e per l’incremento della biodiversità forestale nel territorio della Rete di Riserve Alta Val di Cembra-Avisio Il progetto prevede una fase di confronto con il territorio della Rete delle Riserve Alta Val di Cembra-Avisio (Comuni di Altavalle-Segonzano e Capriana) finalizzato alla costruzione di un progetto collettivo destinato alla conservazione dei tetraonidi di bosco (francolino e gallo cedrone) attualmente presenti sul territorio e in generale alla differenziazione degli habitat o alla conservazione degli stessi al fine di un incremento della biodiversità. La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 16.744,00 finanziati grazie all’operazione 16.5.1 del PSR per euro 15.069,60 (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 6.476,91; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 6.014,88; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 2.577,81) e per il rimanente con fondi propri dell’amministrazione comunale.

Operazione 7.6.1

Focus Area 6A

  • riqualificazione del patrimonio naturale e rurale connesso alla Rete Natura 2000 e al sistema dei Parchi e delle Reti di Riserve
  • valorizzazione della rete Natura 2000 tramite realizzazione di percorsi tematici
  • finanziamento di studi per una migliore gestione e riqualificazione del patrimonio naturale
Sostegno per studi/investimenti di manutenzione, restauro e riqualificazione del patrimonio culturale e naturale. Progetto di realizzazione di studi propedeutici alle misure di conservazione e di valutazione dello stato di tutela di specie e loro habitat appartenenti ai vertebrati. Il progetto prevede una prima fase iniziale di aggiornamento e analisi dei dati raccolti sulla fauna vertebrata e una seconda fase in cui verrà realizzato un set di studi su specie e habitat selezionati sia per il loro elevato valore conservazionistico sia perchè indicatori del contesto ambientale e paesaggistico caratteristico del territorio. Le informazioni così raccolte serviranno anche ad aggiornare o implementare le strategie di conservazione, sia in relazione alle dinamiche a scala di paesaggio che alla gestione agro-silvo-pastorale di questi ambienti. La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 5.000,00 finanziati grazie all’operazione 7.6.1 del PSR per euro 4.000,00 e (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 1.719,20; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 1.596,56; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 684,24) e per il rimanente con fondi propri dell’amministrazione comunale.

Operazione 7.1.1

Focus Area 4A

  • preservare il capitale naturale, attraverso una pianificazione che integri la conservazione della natura con le esigenze di sviluppo sostenibile del territorio
  • diffondere una maggiore consapevolezza dei legami esistenti tra sviluppo, valorizzazione e conservazione degli habitat delle specie Natura 2000
Revisione del Piano di Gestione della Rete di Riserve Alta Val di Cembra-Avisio sul territorio dei Comuni di Altavalle-Capriana e Segonzano Il progetto prevede la revisione del Piano di Gestione della Rete di Riserve Alta Val di Cembra-Avisio con analisi dei territori attualmente coinvolti e individuazione delle azioni di conservazione della natura, di sviluppo sostenibile e di valorizzazione del territorio da realizzare. La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di euro 18.300,00 finanziati grazie all’operazione 7.1.1 del PSR (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 7.865,34; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 7.304,26; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 3.130,40).

Per maggiori informazioni sulle opportunità di finanziamento visitare il sito del PSR www.psr.provincia.tn.it (apre il link in una nuova finestra) e della Commissione europea dedicato al FEASR https://ec.europa.eu/agriculture/rural-development-2014-2020_it (apre il link in una nuova finestra)  

Immagine decorativa